Home Casa e Giardino Come pulire la piscina

Come pulire la piscina

28 Agosto 2018
Come pulire la piscina

Con l’arrivo dell’estate la voglia di giocare e divertirsi all’aperto è incontenibile, ma negli ultimi anni è sempre più difficile e costoso riuscire a godersi delle belle giornate rinfrescanti; vuoi per il costo sempre più alto degli ingressi alle piscine pubbliche, vuoi per la mancanza di tempo, fatto sta che molte famiglie ripiegano sull’acquisto di piscine. Spesso però, dopo l’entusiasmo iniziale, ci si trova a fare i conti con la manutenzione senza sapere da che parte cominciare, in questo articolo vedremo come pulire la piscina senza grossi sforzi e senza spendere una fortuna.

Pulizia a piscina vuota

Da effettuarsi prima del riempimento e tra un cambio d’acqua e l’altro, per la pulizia della piscina occorre:

  • Spazzola per piscine o spazzettone (quello per i pavimenti).
  • Spugna leggermente abrasiva.
  • Secchio
  • Detersivo per piatti.
  • Anticalcare
  • Disinfettante
  • Canna dell’acqua con pistola regola-getto.

Fasi di pulizia:

  • Cominciamo riempiendo un secchio di acqua calda e molto detersivo per i piatti.
  • Con la spugna (quelle per i piatti verdi e gialle andranno benissimo se non abbiamo una piscina enorme, in caso contrario o ne prendiamo più confezioni o usiamo una di quelle che servono per lavare le auto), iniziamo ad insaponare tutta la superficie interna ed esterna della piscina prestando attenzione agli angoli e anche agli accessori come scalette o scivoli.
  • Quando vediamo che l’acqua del secchio diventa troppo sporca sostituiamola con dell’altra pulita.
  • Finita l’operazione di insaponatura con la spazzola grattiamo via tutto lo
  • Alla fine di questa fase, tenendo il foro di scarico aperto sciacquiamo tutto con la canna dell’acqua usando il getto più forte consentito dal regola-getto, non servirà essere troppo accurati perché dovremmo in seguito sciacquare più volte.
  • Ora è il momento dell’anticalcare, con lo spruzzino copriamo tutta la superficie in particolare la parte del bordo, se vogliamo risparmiare al posto del prodotto classico possiamo usare una mistura di aceto e bicarbonato, in questo caso dovremmo applicarla con la spugna.
  • Lasciamo agire per una decina di minuti, con la spazzola grattiamo tutti i residui di calcare e poi sciacquiamo.
  • A questo punto la superficie della nostra piscina dovrebbe essere completamente priva di macchie, possiamo procedere a disinfettarla.
  • Prendiamo con il disinfettante, quelli che troviamo in tutti i supermercati che riportano la dicitura “presidio medico chirurgico” andranno benissimo.
  • Spruzziamo tutta la superficie in modo molto abbondante, lasciamo agire almeno 15 minuti ma se abbiamo tempo mezz’ora sarebbe ancora meglio, non servirà strofinare questo passaggio serve solo a rimuovere completamente i batteri.
  • Passato il tempo di posa sciacquiamo, questa volta però dovremmo essere super precisi perché altrimenti rischiamo di fare il bagno immersi in prodotti chimici.
  • Per essere certi di aver rimosso tutto potremmo fare il risciacquo in più fasi in modo da verificare la presenza di schiuma o meno.

Come-pulire-la-piscina

La piscina è pronta per essere riempita e usata, ma ogni quanto fare questo trattamento? In realtà non esistono tempi prestabiliti tutto dipende da quanto viene usata e soprattutto da quanto ci impegniamo a mantenerla pulita durante l’utilizzo, comunque nel migliore dei casi durante il corso dell’estate si dovrà fare almeno tre volte (1 al mese).

Come mantenere l’acqua pulita?

Vediamo quali accorgimenti usare per fare sporcare ilmeo possibile l’acqua:

  • Chiediamo a tutti quelli che entrano in acqua di lavarsi prima di entrare in piscina.
  • Potremmo mettere all’ingresso della scaletta una doccia esterna sono delle aste a cui si collega il tubo dell’acqua e immediatamente in successione a questa una piccola vasca dove lavare i piedi, anche una bacinella andrà benissimo ma dovremmo cambiare spesso l’acqua.
  • Lo stesso vale per ogni cosa che entrerà nella piscina, giochi,braccioli, palloni ecc.
  • Cerchiamo di non usare lozioni solari oleose.
  • Compriamo una pompa di filtraggio che possa restare in funzione, senza danneggiarsi, anche durante l’utilizzo della piscina, sono un po’ più costose ma alla fine otterremmo un grande risparmio di tempo e denaro evitando di sostituire costantemente tutta l’acqua.
  • Se abbiamo una giornata particolarmente affollata ogni tanto mettiamo un cucchiaio di bicarbonato dentro l’acqua aiuterà a combattere i batteri e non è assolutamente dannoso quindi si può continuare a stare immersi.
  • Quando averemmo finito di usare la piscina immergiamoci per l’ultima volta e con la spazzola grattiamo bene il fondo e la pareti, ovviamente dovremmo collegarla ad un manico telescopico se non vogliamo fare i sub!!!!
  • Questo passaggio rimuoverà tutto lo sporco che durante il giorno si è attaccato alle pareti lo scioglierà in acqua dove potrà essere filtrato dalla pompa.
  • Raccogliamo con un retino tutto quello che si trova sulla superficie, foglie, capelli,piccoli insetti in modo da non intasare il sistemo di filtraggio.
  • Versiamo del cloro per piscine, seguendo le istruzioni d’uso.
  • Infine copriamo la piscina con l’apposito telo che dovrà essere pulito, quindi facciamo attenzione quando andiamo a rimuoverlo perché se dovesse sporcarsi dovremmo necessariamente pulirlo prima di usarlo nuovamente.
  • Lasciamo in funzione la pompa almeno un paio d’ore a piscina coperta.
  • L’ultima cosa che ci resta da fare è pulire il filtro della pompa di filtraggio quando avremo finito di usarla.
  • La volta successiva che useremo la piscina ricordiamo di accendere la pompa almeno un’oretta prima di immergerci.

Abbiamo tutti gli strumenti per goderci un’estate fresca e divertente in una piscina sempre pulita e sicura, ora non ci resta altro che invitare tutti gli amici per una splendida festa!!!!!

You may also like

Leave a Comment