Home Cucina Primi piatti italiani: dalla carbonara alla pasta fredda

Primi piatti italiani: dalla carbonara alla pasta fredda

23 Gennaio 2020
Primi piatti italiani: dalla carbonara alla pasta fredda

La pasta è uno dei principali ingrediente della nostra alimentazione, sana veloce e basta un condimento più “sostanzioso” per renderlo un piatto unico. Ecco perché abbiamo deciso di raccogliere di seguito quelle che sono le ricette dei primi piatti più amati da noi italiani.

Carbonara classica ricetta originale

Ricetta Carbonara

Ingredienti:

  1. Spaghetti
  2. Uova
  3. Sale e pepe
  4. Guanciale
  5. Pecorino romano

Come preparazione la carbonara

  • Mettere a bollire una pentola di acqua salata
  • Rompere le uova dividendo il tuorlo dall’albume (tre uova ogni due persone), In una piccola terrina sbattere i tuorli (i rossi), con sale pepe e il pecorino,
  • Non indichiamo le dosi del formaggio perché dipende molto dalle dimensioni e dalla consistenza delle uova,
  • Dobbiamo ottenere un composto abbastanza compatto e ben amalgamato (il formaggio non deve fare grumi),
  • In una padella antiaderente mettiamo il guanciale tagliato a cubetti piuttosto piccoli,
  • Lasciamo cuocere finché non diventa croccante, poi spegniamo e lasciamo riposare,
  • Quando l’acqua bolle buttiamo la pasta (circa 70 grammi a persona),
  • Scoliamola la pasta al dente facendo attenzione a conservare un paio di cucchiai di acqua di cottura
  • La pasta deve risultare alla fine leggermente umida prima di essere condita (per questo passaggio risultano utili quelle pentole con il coperchio forato che non asciugano mai troppo il contenuto)
  • Nella stessa pentola rimettiamo la pasta e aspettiamo un paio di minuti in modo che si raffreddi
  • Aggiungiamo il guanciale (attenzione non scaldiamolo lasciamolo a temperatura ambiente)
  • Infine integriamo anche le uova,
  • NON METTIAMO LA PENTOLA SUL FUOCO
  • Mescoliamo il tutto: questo è il passaggio più importante le uova devono rimanere cremose non cuocersi devono proprio formare una crema e il trucco consiste solo nel trovare la temperatura giusta, come abbiamo capito non deve essere troppo alta.

Per poter fare una carbonara diversa possiamo andare a modificare uno degli ingredienti principali e quindi sostituire il guanciale oppure uova e formaggio.

Al posto del guanciale puoi mettere:

  • Pancetta affumicata o dolce
  • Seitan tagliato a listarelle, se vuoi evitare l’utilizzo della carne

Per agire su uova e formaggio ti consigliamo invece queste idee:

  • Usiamo meno uova (solo una a testa) e al loro posto mettiamo un po’ di latte, in questo caso dovremmo mantenere la temperatura della pasta un pochino più elevata
  • Sostituiamo il pecorino con il parmigiano o con un altro formaggio grattugiabile di nostro gradimento
  • Eliminare il formaggio, in questo caso però dovremmo abbondare con la pancetta o il guanciale perché andremo a togliere una buona parte di gusto,
  • Aggiungiamo una cucchiaiata di panna da cucina. In questo caso dovremmo mettere meno formaggio ma un po’ più di sale
  • Inseriamo una spolverata di prezzemolo a fine cottura per dare un po’ di colore e togliere il tipico retrogusto delle uova,
  • Infine se proprio non tolleriamo l’idea di mangiare uova semicrude (perché è così che alla fine restano nella versione classica), possiamo preparare un composto abbastanza liquido con tuorli, latte panna e poco grana e un cucchiaino di burro, mettiamo la pasta direttamente nella padella del guanciale e spadelliamo velocemente.

Ricetta dell’amatriciana

Ricetta dell'amatriciana

Tra le migliori pastasciutte all’italiana è doveroso inserire anche l’Amatriciana, altro piatto caratteristico soprattutto del Lazio.

La preparazione originale è basata su pochi e semplici passaggi che vanno però svolti con attenzione per ottenere il miglior risultato.

Ingredienti:

  1. Guanciale
  2. Vino bianco
  3. Olio
  4. Peperoncino
  5. Pomodori a pezzi
  6. Sale e pepe
  7. Pasta

Come preparazione l’amatriciana

  • Per preparare questo primo piatto, Il guanciale va scelto con cura. deve essere asciutto e con un bel grasso dalle sfumature rosee. Una volta trovato, puliscilo e taglialo a listarelle dello spessore di circa 1 centimetro.
  • A questo punto va messo in padella e fatto poi saltare a fuoco alto in olio di oliva con l’aggiunta di un peperoncino intero.
  • Dopo essersi ben bene rosolato il guanciale va sfumato con un bicchiere di vino bianco e lasciato continuare la sua rosolatura fino a che la componente alcolica sia evaporata completamente.
  • Questo è il momento perfetto per togliere il peperoncino intero e aggiungere il pomodoro a pezzettoni avendo la cura di togliere i semi. Il tutto va portato lentamente a sobbollire aggiungendo a gusto proprio sale e pepe macinato.
  • Grattugiate il pecorino e scolate la pasta al dente, meglio se una pasta artigianale. I formati prediletti sono: bucatini, spaghetti, vermicelli o rigatoni.
  • Versate in una terrina la pasta, aggiungete il sugo e per ultimo il pecorino, mescolate bene e impiattate!

Come preparare gli gnocchi di patate

Forse un po’ meno veloci da fare ma, senza dubbio, uno dei primi piatti più richiesti; stiamo parlando degli gnocchi di patate. Di seguito, oltre a darti la ricetta, ti lasciamo anche qualche idea per preparare gnocchi di patate con diversi ingredienti.

Ingredienti per gli gnocchi

  • Farina 00 300 g
  • Patate 1 kg
  • Uova 1
  • Sale fino q.b

Come preparare gli gnocchi:

  • Per prima cosa, dovrete lessare le patate: mettetele in una pentola, copritele con acqua fredda e lasciate passare 30-40 minuti da quando l’acqua inizierà a bollire. Provate a “pungere” le patate con una forchetta, se questa affonderà facilmente all’interno allora saranno pronte per essere scolate. Non aspettate troppo a pelarle, quando sono ancora calde sono più semplici da sbucciare. Ricordatevi che, se volete dare un tocco di colore ai vostri gnocchi, potete utilizzare anche le patate viola o arancioni; evitate invece le patate novelle, contengono troppa acqua.
  • Versate la farina sul vostro piano di lavoro e poi schiacciatevi sopra le patate. Aggiungete poi l’uovo sbattuto con un pizzico di sale ed iniziate a lavorare il tutto con le mani. L’impasto dovrà risultare morbido e denso. Non esagerate con la lavorazione, impastate solo il necessario altrimenti gli gnocchi risulteranno troppo duri.
  • Ora dovrete formare i filoni da cui ricavare gli gnocchi: infarinate il piano di lavoro poi stendete una parte d’impasto usando la punta delle dita. Dovrete ricavare delle strisce spesse circa 2 cm. Mentre eseguite questa operaziome, ricordatevi di tenere l’impasto coperto con un telo.
  • È il momento di formare gli gnocchi: tagliate a tocchetti i filoni, poi trascinateli sulla forchetta o, se lo avete, sul riga gnocchi, premendo delicatamente con il pollice per ottenere la tipica forma. Per non farli attaccare, usate sempre un po’ di farina di semola. Sistemate gli gnocchi ben separati su un vassoio o un ripiano con un telo lievemente infarinato.
  • Fate cuocere gli gnocchi in acqua bollente e salata, scolandoli quando inizieranno a venire a galla. Infine conditeli come più vi piace.

Gnocchi con… qualche idea per condirli

Gnocchi alla Sorrentina

Tra le ricette più celebri, e anche più semplici, ci sono gli gnocchi alla sorrentina, un piatto campano estremamente conosciuto e diffuso, sia in Italia che all’estero. Per prepararli bastano della passata di pomodoro, parmigiano reggiano, mozzarella e basilico. In una pirofila, versate gli gnocchi già cotti in acqua e aggiungete un filo di olio di oliva, la passata ed il parmigiano grattuggiato, infine la mozzarella tagliata a cubetti. Bastano poi 5 minuti in forno con modalità grill a 200°, e gli gnocchi alla sorrentina sono pronti per essere serviti, ben caldi, filanti e con una fogliolina di basilico come guarnizione. In alternativa, potete versare tutti gli ingredienti in una padella e saltarli finchè la mozzarella non sarà sciolta e bella filante.

Burro e salvia

Semplici, ma dal successo assicurato. Gli gnocchi burro e salvia sono un grande classico tra i primi piatti e non delude mai!  Dopo aver lessato gli gnocchi, rosolateli in una padella in cui avrete già fuso il burro, aggiungete poi la salvia e spadellate finchè non sarà diventata croccante. Potete servire aggiungendo una spolverata di parmigiano.

Gnocchi di mare

Se li volete gustare col pesce in una versione più estiva, potete prepare gli gnocchi con gamberi e pomodorini. La chiave di questo piatto è la freschezza degli ingredienti: code di gamberi e pomodori pachino. Fate rosolare le code con il guscio per 5 minuti in una padella con coperchio, con un cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio; fateli poi raffreddare e sgusciateli, lasciando cadere il loro succo nella padella. Mettete da parte i gamberi, fate soffriggere il succo dei gamberi con 4 cucchiai di olio ed uno spicchio di aglio, poi aggiungete i pomodorini che avrete lavato e tagliato. Dopo un paio di minuti, aggiungete i gamberi con un po’ di prezzemolo, fate cuocere per circa 10 minuti a fiamma bassa con il coperchio e poi altri 5 minuti a fuoco vivo e senza coperchio, infine un po’ di sale e pepe. Fate cuocere gli gnocchi in acqua bollente, scolateli e aggiungeteli alla padella con il condimento. Saltateli a fuoco moderato e serviteli ben caldi.

Pasta fredda: idee pratici e veloci

È la regina indiscussa dei primi piatti estivi: la pasta fredda. Per essendo veloce e comoda, sia da preparare che da portare con sé, per poterla fare sono necessarie determinate premure. Prima ancora di darti qualche idea di ricetta, vogliamo quindi darti qualche consigli.

Per preparare la pasta fredda fai attenzione a:

  • Tipo di pasta. Attualmente troviamo in commercio diversi tipi di pasta soprattutto senza glutine, come quella di riso, lenticchie, piselli, quinoa, amaranto, mais, grano saraceno e molto altro. Pur essendo tutte buone e nutrienti, se devi preparare la tua pasta con largo anticipo, quella classica di grano duro rimane ancora la migliore alternativa. Le altre tipologie infatti, se conservate troppo a lungo, tendono ad appiccicarsi (es. grano saraceno) o ad indurirsi (farine di legumi).
  • Cottura. La cottura deve essere perfettamente al dente (1-2 minuti in meno non guastano).
    Non raffreddate la pasta sotto l’acqua corrente fredda per non ritrovarvi una base slavata e sciapa.

Conditela con un filo d’olio, mescolatela bene e stendetela a raffreddare su un vassoio o su carta da forno, creando uno strato sottile e regolare. Lasciatela all’aria mentre vi occupate della preparazione degli ingredienti per condirla.

Stai cercando qualche ricetta?

Pasta fredda pomodoro e mozzarella

Ingredienti:

  • Pasta
  • Pomodorini
  • Mozzarelle
  • Olio extra vergine
  • Basilico

Preparazione

La preparazione di questa pasta estiva è davvero molto semplice e veloce, proprio quello che ci vuole in questa stagione. Procedi così:

  • Scola la pasta
  • Condiscila con dell’olio
  • Velocemente taglia i pomodorini e la mozzarella
  • Unisci il tutto alla pasta quando è ancora tiepida in modo da far sciogliere un po’ il formaggio
  • Concludi con del basilico

Pasta fredda ricca

Ingredienti per 4 persone

  • 50 gr di pomodorini ciliegino;
  • 100 gr di carote;
  • 2 zucchine;
  • 100 gr di piselli;
  • 200 gr di mortadella;
  • 100 gr di emmentaler;
  • qualche foglia di basilico;
  • sale fino q.b.
  • pepe nero q.b.
  • olio extra vergine di oliva

Preparazione

  • Mettere a bollire una pentola capiente di acqua salata, nel frattempo lavare e pelare le carote e tagliarle a listarelle, fare lo stesso con le zucchine, quando l’acqua bolle aggiungere carote, zucchine e piselli e sbollentare per 3 o 4 minuti.
  • Scolare le verdure con una schiumarola tenendo l’acqua di cottura nel tegame e mettere le verdure in una ciotola con acqua ghiacciata in modo da fermare la cottura e mantenere un colore brillante.
  • La pasta può essere cotta nella stessa acqua utilizzata per sbollentare le verdure, cuocere al dente, nel frattempo lavare e tagliare i pomodorini, tagliare a dadini anche il formaggio e la mortadella.
  • Una volta scolata la pasta al dente aggiungervi un filo di olio e mescolare bene, lasciare raffreddare e solo una volta fredda unire le verdure scolate dall’acqua ghiacciata in cui erano, unirvi anche mortadella, formaggio, pomodorini, basilico e mescolare per amalgamare il tutto.

Pasta fredda con verdure e melone

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di pasta tipo penne;
  • 200 g di mozzarelline o tofu;
  • 2 peperoni;
  • 2 zucchine;
  • 10 pomodorini;
  • 4 fette di melone;
  • pinoli;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • qualche foglia di basilico;
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Per cucinare la pasta fredda con verdure, lavate i peperoni, asciugateli e tagliateli a spicchi. Metteteli poi in una padella con due cucchiai d’olio e fateli soffriggere per qualche minuto.

Una volta dorati, versateli in una ciotola e lasciateli intiepidire. Tagliate quindi a spicchi i pomodorini e conditeli con un filo d’olio, un pizzico di sale, pepe e basilico.

A questo punto cuocete la pasta in acqua salata bollente, scolatela al dente, una volta ben sgocciolata e raffreddata conditela con un filo d’olio, unendo pomodorini, peperoni a listarelle, zucchine grattugiate crude, melone a dadini e i pinoli.

Completate la vostra pasta fredda aggiungendo le mozzarelline o del tofu, nella versione vegetariana, e guarnendo i piatti con delle foglie di basilico fresco.

You may also like

Leave a Comment