Home Casa e Giardino Come scegliere le piante da vaso

Come scegliere le piante da vaso

27 Giugno 2018
Come scegliere le piante da vaso

Se non avete a disposizione grandi aiuole per  le vostre specie preferite di fiori e piante…non è un problema!

Non dovete privarvi della bellezza del vostro verde e del colore dei vostri fiori:

la soluzione in vaso farà al caso vostro.

 

Vediamo insieme come moltissime varietà di fiori, piante d’accompagnamento, erbe aromatiche e persino alberi da frutto possono vivere in salute anche in vaso.

Utilizzando i giusti accorgimenti adorneranno i vostri terrazzi e balconi, rendendoli rigogliosi e profumati.

 

Purtroppo non possiamo considerare solo la fantasia e sbizzarrirci, oltre al nostro gusto personale dobbiamo tener conto di alcune varianti oggettive:

 

  • lo spazio disponibile
  • l’esposizione al sole
  • l’esposizione ai venti
  • il clima della zona in cui viviamo

 

Non dimentichiamoci di strappare qualche informazione importante al nostro vivaista di fiducia dove acquisteremo il nostro verde di casa: sicuramente potrà aiutarci nella scelta, risolvere alcuni nostri dubbi e regalarci qualche consiglio prezioso da professionista.

 

Iniziamo a scegliere i nostri fiori per il sole:

  • Angelonia

(elegante- presenta steli eretti ricoperti di fioriture a spiga bianche, rosa o violacee)

  • Begonia

(tropicale- dalle foglie cuoriformi e dalle copiose fioriture di innumerevoli colorazioni)

  • Bocca di leone

(glandulosa- dal fusto eretto e fibroso, dai fiori vistosi e peduncolanti)

  • Geranio

(comune e zonale- dal fogliame peloso cuoriforme e dalle più diverse variazioni di colore)

  • Margherita africana o delle Canarie

(decorativa e semplice- cresce sino ad 1 metro d’altezza)

  • Lavanda

(arbustiva- fortemente aromatica e odorosa, di un viola tenue o intenso)

  • Gazania

(erbacea- resiste alla siccità; possiede fiori rossi e gialli dalla bellissima corona)

  • Petunia

(a portamento ricadente- corolle increspate e arricciate in una vasta gamma di colori)

Lavanda

…e le piante da foglia  per il sole:

 

  • Artemisia

(per lo più europea e spontanea- legnosa, eretta e striata)

  • Cineraria marittima

(mediterranea- fusti robusti e foglie grasse e coriacee; dai fiori dorati)

  • Edera

(rampicante- dalle foglie verde scuro palmate e romboidali; produce bacche nerastre)

  • Evonimo strisciante

(sempreverde- utilizzato come siepe; dall’aspetto disordinato ma fitto)

  • Santolina

(rustica- arbusto tondeggiante dalle foglie piccole, ravvicinate e odorose; fioriture gialle)

  • Patata americana

(erbacea commestibile- foglie lobate o palmate, fiori e tuberi dolci da mangiare)

 

Ecco, se per la gran parte della giornata la vostra area esterna gode di luce, potete darvi da fare e creare il giusto mix tra cascate di colori e pistilli divertenti, accostando poi il naturale movimento che le piante d’accompagnamento conferiscono ai vostri angoli floreali.

 

I nostri fiori adatti alla mezz’ombra:

 

  • Campanula

(erbacea perenne- dalla forma a campana e dai fiori peduncolati)

  • Margheritina di montagna

(spontanea e semplice- peduncolata in bianco attorno alla gialla corolla)

  • Nemesia

(erbacea- ideale per piccoli spazi; crea un piacevole tappeto di fiorellini vivacissimi)

  • Tagete

(ramificata- i fiori sono capolini semplici o doppi, che sfumano dal giallo al rosso)

  • Fuchsia

(montana- dalle corolle tubolari e allungate rigorosamente fuchsia)

  • Nuova Guinea

(balsaminacea- dalle delicate fioriture che variano dal bianco al rosa)

  • Coleus

(annuale- fiori piccoli e foglie lanceolate particolarmente colorate e vistose)

  • Agatea

(ornamentale- crea delicati cespugli di margheritine blu e azzurre)

 

…e le piante da foglia adatte alla mezz’ombra:

 

  • Caladium

(erbacea perenne- nota per la straordinaria bellezza delle sue foglie lanceolate a colori)

  • Edera

(rampicante- dalle foglie verde scuro palmate e romboidali; produce bacche nerastre)

  • Cineraria marittima

(mediterranea- fusti robusti e foglie grasse e coriacee; dai fiori dorati)

  • Hebe

(compatta e sempreverde- foglia ovale verde/grigiastra/biancastra e fioriture estive a spiga)

  • Lamium

(erbacea fogliosa- eretta, dalle foglie picciolate cuoriformi o triangolari)

  • Liriope

(perenne- foglie somiglianti a nastri lunghe 30/40cm; pannocchie di fiori blu e bianchi)

  • Pianta dell’incenso

(tropicale- fusti e  foglie ricadenti variegate in verde e bianco)

  • Peperomia

(rampicante e strisciante- foglie screziate e carnose; fiori a spiga sottili ed eretti)

 

 

Anche per chi gode del sole solo per qualche ora, e per il resto ha una situazione d’ombra permanente sul proprio terrazzo…il rimedio c’è!

Bellissimi fiori e piante d’accompagnamento della specie adatta, sopravvivono anche in questo tipo di condizioni: ricordate che essendo poco esposte alla luce andranno innaffiate solo al bisogno.

 

Se non ci avevate ancora pensato, anche le piante aromatiche sono meravigliose!

Contribuiscono a rendere fragranti e preziosi i vostri spazi…e con la dose giusta di luce e il caldo della bella stagione, renderanno profumate anche le vostre pietanze!

Piantina di basilico

La maggiorana, il prezzemolo e l’erba cipollina potrete tranquillamente accomodarle all’interno dello stesso vaso; anche l’origano, la salvia ed il timo non hanno nessun problema nel convivere vicini.

Tutte necessitano di un’innaffiatura giornaliera costante, indicata soprattutto nelle prime ore del giorno o la sera dopo il calar del sole.

Il basilico ci richiede un po’ più di indipendenza.

Ogni anno va ripiantato innanzitutto, perchè tende a non conservarsi; ha bisogno inoltre di una gran quantità d’acqua rispetto ad altre erbe aromatiche, dunque per non rischiare di affogare altre piante o creare marciumi, è consigliabile dedicargli un vaso tutto suo.

Anche la menta deve essere sistemata singolarmente.

Richiede molta acqua e poco sole, e tende a sviluppare radici lungo gran parte della lunghezza del vaso (non lascerebbe così alcuno spazio per un’eventuale compagna).

Se possedete un balcone esposto a sud, ben soleggiato e riparato dai venti…il gioco è fatto!

Potrete coltivare diverse varietà di frutta direttamente a casa vostra, godendo della sana certezza di accudirle senza l’uso estremo di pesticidi o fertilizzanti…un “succoso fai da te” insomma!

 

Vi converrebbe in ogni caso optare per piante nane, già abituate da almeno un paio d’anni di età a fruttificare in spazi esigui.

Naturalmente lo sviluppo dei frutti in vaso è un po’ più rallentato rispetto al normale, dunque dovrete portare un po’ più di pazienza nell’ottenimento dei risultati!

 

…Non abbiate la convinzione che possano andar bene solo gli agrumi!…

 

Il melo è invece un classico per la crescita in vaso.

Il fico, riesce a dare frutti prelibati nonostante le dimensioni contenute.

La vite, bellissima anche da vedere, andrà seguita durante la crescita, e controllando che non pesi troppo sarà bene ancorarla con supporti di cemento.

La nettarina, dolce e squisita.

Il pesco, dai frutti generosi e dai fiori splendidi.

Il melograno, rosso e brillante.

L’ananas Guava, pianta ornamentale dai frutti con sapore di menta Guava e ananas.

Pianta di clementine

 

1-RINVASATE IL VOSTRO ALBERELLO DOPO AVERLO SCELTO

.se il rinvaso avviene a fine autunno o a fine inverno è il periodo ottimale

.il vostro nuovo vaso dovrà essere di almeno 40 cm di  diametro per risultare adatto

 

2-ANNAFFIATURA

.in abbondanza in estate

.durante i mesi freddi solo al bisogno del suolo

 

3-POTATURA

.ogni tipologia di pianta ha le sue esigenze e delle linee guida da dover seguire

.a maggior ragione le piante in vaso hanno bisogno di essere sempre indirizzate verso una crescita circoscritta

 

4-CONCIMAZIONE

.restituite al suolo ciò che perde, o ciò che gli manca

.carenze nutritive della terra vanno gestite al meglio con prodotti naturali specifici

 

 

 

“…Occupatevi del vostro orto e delle vostre rose…vi occuperete di voi stessi, con amore…”

 

 

You may also like

Leave a Comment