Home Uncategorized Come scegliere i vestiti del neonato

Come scegliere i vestiti del neonato

5 Ottobre 2018
Come scegliere i vestiti del neonato

Non appena si scopre di essere incinta, oltre all’irrefrenabile gioia e appagamento del pensarsi ben presto genitori, una delle prime passioni che ci nascono e a cui ci dedichiamo è proprio il corredino del neonato.

Cominciamo a regalare le prime attenzioni al nostro bambino acquistando per lui ciò che potremo fargli indossare, costruendo così l’idea di lui, che avrà tempo 9 mesi per prendere reale forma e crescere appieno dentro di noi.

Galopperemo facilmente con la fantasia che solo le mamme e i papà riescono a sfoggiare durante la dolce attesa, allora penseremo alle mille possibilità di come vestire un bambino appena nato, ma non solo: ci raffigureremo nostro figlio/a persino già molto più avanti durante gli anni, col carattere, gli atteggiamenti e l’aspetto fisico che ci piace amorevolmente cucirgli addosso ora! Ma come scegliere i vestiti del neonato?

Cominciamo dal principio: la valigia per il parto

E’ necessario nei pressi dell’ottavo mese di gravidanza prepararsi concretamente al lieto evento; non ci serve essere pronte solo psicologicamente o emotivamente, ma anche a livello pratico. Oltre al nostro personale occorrente per i giorni di degenza dobbiamo occuparci della prima valigia che conterrà il tutto per nostro figlio. La clinica che avremo scelto per partorire avrà sicuramente impartito delle precise linee guida su come vestire un neonato in ospedale.

Tendenzialmente tenete conto che vi verranno comunque richiesti 4/5 cambi giornalieri, da chiudere accuratamente all’interno di sacchettini singoli, ognuno dei quali, scegliendo il tessuto a seconda della stagione, dovrà coprire le esigenze dei cambi quotidiani:

  • Body intimo
  • Tutina a manica lunga in cotone leggero o felpata
  • Pantaloni lunghi
  • Casacchina
  • Calzine
  • Cuffietta
  • Copertina per mantenere il calore
  • Bavaglie per l’allattamento
  • Telo per l’allattamento che preserva voi ed il vostro bimbo da macchie e rigurgiti, facendo anche in modo che il neonato venga adagiato su una superficie confortevole e non direttamente sugli abiti della mamma.

 

Sicurezza, praticità e comfort alla base della scelta dei vestiti da neonato

  1. Evitare materiali sintetici, di dubbia provenienza, e colorazioni scadenti che stingano provocando irritazioni più o meno serie sulla pelle del vostro bebè.
  2. Diffidare dai troppi ricami, stampe, bottoni, fiocchetti o addirittura applicazioni pericolose che possano rischiare di essere messe in bocca accidentalmente dal bimbo.
  3. Rimuovere etichette fastidiose o irritanti per posizione e composizione.
  4. Lavare sempre separatamente dai nostri abiti anche gli indumenti nuovi con un detersivo che vi assicuri una corretta igienizzazione già a basse temperature (perchè sennò rischierete di rovinare  ed infeltrire puntualmente i vestitini), ma che vi garantisca anche un approccio delicato dal punto di vista dermatologico. A tal proposito non utilizzate ammorbidenti perchè irritanti.
  5. Stendendo subito i panni dopo il lavaggio, senza utilizzare mollette che lascino inevitabili segni sui capi, potrete evitare di affrontare una grossa questione, ovvero “come stirare il corredino del neonato”: avvierete centinaia di lavatrici, questo sì, ma nelle nostre vite già scandite da tempi stretti e fin troppo pressanti, potrete davvero risparmiare il tempo dello stiro dedicandolo al vostro piccolo con dolci coccole (pratica altrettanto fondamentale)!
  6. Vi consigliamo inoltre di stendere i capi del cucciolo nel loro verso contrario per preservarli ulteriormente, e magari di scegliere le ore meno trafficate per esporli il meno possibile alle polveri e gas di scarico per l’asciugatura all’esterno.

Scegliere i vestiti del neonato

Solitamente i nonni c’è da dire che impiegano tutte le loro forze per garantire ai nipotini in arrivo un guardaroba fornito di tutto! Sono di gran lunga le persone che dopo i genitori si adoperano moltissimo. Non c’è qualcosa che non farebbero per i loro gioiellini, dunque se siamo già oberati di impegni, perchè non lasciare a loro la soddisfazione di comporre il corredino…

 

Corredino per neonato estivo

  1. Il 100% cotone è il tessuto da preferire; colori sgargianti e disegni marinaretti la fanno da padrona;
  2. Lasciamo largo spazio alla semplicità e alla comodità, che col caldo è già magari in parte compromessa.
  3. Capi corti dunque, traspiranti, leggeri, e preferibilmente in colorazioni chiare, che vi lascino modo di passeggiare all’aria aperta ed al sole dell’estate senza attirarne eccessivamente i raggi, non creando disagio al neonato dal punto di vista della temperatura più delle dovute fasi di adattamento che già caratterizzano i primi mesi di vita (in cui comprendere se i bimbi hanno troppo caldo o eccessivamente freddo è già un’ardua impresa).
  4. Per regolarvi tenete sempre conto delle vostre personali sensazioni relative alle temperature esterne, sapendo che il piccolo le percepirà sempre un 20-30% più accentuate!
  5. Cappellini, visiere simpatiche e parasole di ogni genere in questo periodo sono sempre utili (nonostante ci si debba comunque prender cura della pelle dei piccoli in maniera quasi esagerata, assicurandoci che durante il giorno, e non solo quando si sta al sole, abbiano sempre addosso un velo di protezione totale, evitando così scottature ma anche banali irritazioni e sensibilizzazioni difficili da combattere in un secondo momento).
  6. Bavagline di un tessuto leggero e non troppo lunghe contribuiranno a tener fresco vostro figlio (a questo proposito non dimenticate mai le salviettine umidificate e dermatologicamente testate, che non servono solo ad agevolarvi nei cambi del pannolino se siete fuori casa, ma contribuiscono assolutamente a rinfrescare la pelle del piccolo dandogli un po’ di sollievo, laddove i gradi del periodo caldo da tollerare siano tanti!)

 

Corredino per neonato invernale

  1. La lana, per quanto bella e pregiata perchè spesso lavorata a mano, è fastidiosa sulla pelle e difficoltosa da lavare: sono maggiormente consigliabili ciniglia, cotoni morbidi e felpati, pile, e inoltre sicuramente vestire i bimbi a cipolla risulterà comodissimo.
  2. Cappellini caldi coi pon pon, sciarpine avvolgenti e guantini comodi e senza dita renderanno il vostro caro bebè un delizioso fagottino!
  3. Un cappottino confortevole per l’autunno (da alternare magari ad un giubbottino imbottito anti-vento a seconda delle giornate), ed un vero e proprio piumotto per l’inverno sono d’obbligo; se sceglierete un piumino in vera piuma d’oca ne constaterete voi stessi resa, resistenza ed efficacia contro la rigidità del clima invernale.
  4. Ottime le tutone uniche e imbottite quando il freddo si fa sentire: oltre ad essere davvero pratiche mantengono la medesima temperatura in tutto il corpo del bambino, con le minime dispersioni di calore.
  5. Copertine e trapunte di scorta da aggiungere alla carrozzina o al passeggino sono sempre utili da avere con sé, oltre alle coperture standard di passeggini, trio e navicelle che già offrono una buonissima tenuta in caso di freddo persistente o addirittura pioggia.
  6. Facciamo un riferimento alle bavagline in plastica che negli ultimi anni sono sempre più utilizzate: sono un po’ rigide ad un primo impatto, ma si rivelano ottimali proprio perchè passandole con una semplice spugnetta e dell’acqua tiepida, sono sempre pronte e pulite a disposizione.

 

Sia che vostro figlio debba nascere durante l’inverno o durante l’estate, non eccedete nelle compere: riceverete, come di consuetudine, valanghe di regali, che saranno per lo più vestitini! Per ciò che acquisterete propriamente voi, cercate di mediare tra una taglia 0 mesi e la 0/3 mesi (forse non vi sembrerà ma c’è differenza). Ancora non potete prevedere la vestibilità e le misure precise del vostro bambino, dunque assicuratevi di avere a disposizione un po’ di capi adeguati sia nel caso in cui risulti più minuto del solito (taglia 0), sia se si dovesse verificare la situazione contraria, ovvero un neonato più sviluppato e tornito dei suoi coetanei (taglia 0/3 mesi).

Come scegliere i vestiti da neonato

Scarpine ai neonati si o no?

I pareri in merito sono da sempre abbastanza discordanti. Però, quale genitore non vede l’ora di mettere ai piedi del proprio figlio le scarpe del suo genere preferito, o che magari da bambino lui stesso non ha mai potuto avere?

E allora, spezziamo una lancia a favore di tutto ciò: le scarpine per neonati, per lo meno sino a quando davvero il piccolo non compie i suoi primi passi, come potrebbero nuocergli? Sono morbidissime, quasi o del tutto prive di soletta, dunque spesso e volentieri servono solo per essere ammirate, così graziose e commoventi. Anzi, durante l’inverno contribuiscono a proteggere il piedino dal freddo oltre ad una bella calzina adeguata, magari lunga sino al ginocchio.

…Allora genitori, fate ciò che vi sentite in questo caso, e ciò che più vi piace per il vostro bimbo! Inizierete concretamente a pensare di acquistare scarpe di qualità per assicurarvi una postura corretta del bambino non appena terminerà di gattonare, non prima!

 

Abbigliamento firmato per neonato

Se siete patiti delle firme, sappiate che moltissime marche griffano vestiti per bambini eleganti, sportivi o alternativi! Armani Junior, Alviero Martini, Moschino, Original Marines e tante altre… L’unica nota spiacevole di cui vi renderete presto conto sarà che i bambini cambiano taglie e misure molto in fretta: aver speso magari cifre esagerate per vestirli firmati e riuscire a  far loro indossare quel preciso capo una o due volte appena, sarà un vero peccato!

Un metodo moderno, pratico ed efficiente dei giorni nostri è sicuramente quello di gestire le compere dell’abbigliamento neonato online: vi consentirà di risparmiare soprattutto tempo e stress speso nei centri commerciali o nelle boutique, col piccolo che magari piange incessantemente o si annoia. Ai neonati, in fin dei conti, non capita mai di provare fisicamente i vestitini, a questo punto meglio ordinarli e farli consegnare comodamente a casa nostra!

Amazon potrebbe essere il vostro metodo d’acquisto sicuro: avrete  la possibilità di comprare a prezzi più vantaggiosi  del solito, non essendoci il tramite del venditore che vi segue nella trattativa all’interno del negozio. Vi basterà selezionare la categoria che state cercando, per esempio “vestiti prima nascita femmina”, per scoprire così centinaia di prodotti e abbinamenti a vostra disposizione; ne verranno descritte caratteristiche, disponibilità in taglie, tessuti e colori, e modalità e prezzi di consegna.

Farete tutto e presto con qualche click!

Alcune specifiche marche note invece, che producono abbigliamento per adulti e bambini, possiedono già direttamente un proprio canale di vendita online, di cui potrete ugualmente usufruire.

Tenete conto, acquistando online, che ogni azienda garantisce una vestibilità diversa, dunque non affidatevi solo alle taglie relative all’età dei bimbi, ma magari confrontate i dati relativi alla lunghezza in centimetri: correrete meno rischi di dover rispedire indietro per eventuali errori!

Molti genitori optano invece oggi per l’acquisto dell’abbigliamento dei propri figli nei Baby Bazar, ovvero negozi di usato dislocati un po’ in tutte le città ormai, dove a prezzi sorprendenti troverete capi usati (ma praticamente nuovi), che poi potrete a vostra volta rivendere.

Il tutto rispetta l’ambiente, con uno stile di consumo sostenibile per il portafoglio e per la natura!

“Ora che avete tutto pronto, corredino e accessori, vi manca proprio solo un passaggio:

tenere tra le braccia il vostro bebè ed iniziare ad essere genitori! Ci sarà molto più da fare che acquistare semplicemente vestiti!… Noi vi facciamo i nostri migliori auguri, ci riaggiorniamo coi prossimi baby-consigli!!”

 

You may also like

Leave a Comment