Home Risposte Semplici Come preparare gli gnocchi di patate

Come preparare gli gnocchi di patate

23 Maggio 2018
Come preparare gli gnocchi di patate

Ah, gli gnocchi…chi non li ama è perché non li ha mai mangiati!

Golosi e universalmente apprezzati, gli gnocchi sono il piatto che, al pari della pizza, mette d’accordo tutti, dai nonni ai nipotini. Alla sorrentina, burro e salvia, ai quattro formaggi, comunque li si condisca il successo è garantito.

La tradizione nostrana li vuole come piatto tipico del giovedí, o della domenica. Personalmente, andrebbero benissimo anche il lunedí, il martedí, il mercoledí…

Farli in casa è molto semplice, anche perché richiedono pochissimi ingredienti.

 

Un po’ di storia…

Proprio per la loro semplicità di preparazione e ingredienti, gli gnocchi sono probabilmente il primo tipo di pasta creata dall’uomo. La loro nascita risale al Medioevo, quando mescolando farina o semolino con acqua si ottenevano delle palline che poi venivano bollite. Il termine “gnocco” deriva dalla parola longobarda knohha, nodo. Le patate sono state introdotte nella ricetta alla fine del ‘700.

 

Cosa ci vuole?

Per preparare gli gnocchi di patate, occorrono 4 semplici ingredienti:

  • Farina 00 300 g
  • Patate 1 kg
  • Uova 1
  • Sale fino q.b

 

Come si fanno?

  • Per prima cosa, dovrete lessare le patate: mettetele in una pentola, copritele con acqua fredda e lasciate passare 30-40 minuti da quando l’acqua inizierà a bollire. Provate a “pungere” le patate con una forchetta, se questa affonderà facilmente all’interno allora saranno pronte per essere scolate. Non aspettate troppo a pelarle, quando sono ancora calde sono più semplici da sbucciare. Ricordatevi che, se volete dare un tocco di colore ai vostri gnocchi, potete utilizzare anche le patate viola o arancioni; evitate invece le patate novelle, contengono troppa acqua.

 

  • Versate la farina sul vostro piano di lavoro e poi schiacciatevi sopra le patate. Aggiungete poi l’uovo sbattuto con un pizzico di sale ed iniziate a lavorare il tutto con le mani. L’impasto dovrà risultare morbido e denso. Non esagerate con la lavorazione, impastate solo il necessario altrimenti gli gnocchi risulteranno troppo duri.

 

  • Ora dovrete formare i filoni da cui ricavare gli gnocchi: infarinate il piano di lavoro poi stendete una parte d’impasto usando la punta delle dita. Dovrete ricavare delle strisce spesse circa 2 cm. Mentre eseguite questa operaziome, ricordatevi di tenere l’impasto coperto con un telo.
  • È il momento di formare gli gnocchi: tagliate a tocchetti i filoni, poi trascinateli sulla forchetta o, se lo avete, sul riga gnocchi, premendo delicatamente con il pollice per ottenere la tipica forma. Per non farli attaccare, usate sempre un po’ di farina di semola. Sistemate gli gnocchi ben separati su un vassoio o un ripiano con un telo lievemente infarinato.
  • Fate cuocere gli gnocchi in acqua bollente e salata, scolandoli quando inizieranno a venire a galla. Infine conditeli come più vi piace.

 

Come condirli?

Gli gnocchi si adattano davvero a qualunque tipo di sugo e condimento, che sia a base di carne, di formaggio o di pesce.

Tra le ricette più celebri, e anche più semplici, ci sono gli gnocchi alla sorrentina, un piatto campano estremamente conosciuto e diffuso, sia in Italia che all’estero. Per prepararli bastano della passata di pomodoro, parmigiano reggiano, mozzarella e basilico. In una pirofila, versate gli gnocchi già cotti in acqua e aggiungete un filo di olio di oliva, la passata ed il parmigiano grattuggiato, infine la mozzarella tagliata a cubetti. Bastano poi 5 minuti in forno con modalità grill a 200°, e gli gnocchi alla sorrentina sono pronti per essere serviti, ben caldi, filanti e con una fogliolina di basilico come guarnizione. In alternativa, potete versare tutti gli ingredienti in una padella e saltarli finchè la mozzarella non sarà sciolta e bella filante.

Burro e salvia, ecco un’altra ricetta per gli gnocchi calssica e dal successo assicurato. Dopo averli lessati, rosolate gli gnocchi in una padella in cui avrete già fuso il burro, aggiungete poi la salvia e spadellate finchè non sarà diventata croccante. Potete servire aggiungendo una spolverata di parmigiano.

Gnocchi burro e salvia

Se li volete gustare col pesce in una versione più estiva, potete prepare gli gnocchi con gamberi e pomodorini. La chiave di questo piatto è la freschezza degli ingredienti: code di gamberi e pomodori pachino. Fate rosolare le code con il guscio per 5 minuti in una padella con coperchio, con un cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio; fateli poi raffreddare e sgusciateli, lasciando cadere il loro succo nella padella. Mettete da parte i gamberi, fate soffriggere il succo dei gamberi con 4 cucchiai di olio ed uno spicchio di aglio, poi aggiungete i pomodorini che avrete lavato e tagliato. Dopo un paio di minuti, aggiungete i gamberi con un po’ di prezzemolo, fate cuocere per circa 10 minuti a fiamma bassa con il coperchio e poi altri 5 minuti a fuoco vivo e senza coperchio, infine un po’ di sale e pepe. Fate cuocere gli gnocchi in acqua bollente, scolateli e aggiungeteli alla padella con il condimento. Saltateli a fuoco moderato e serviteli ben caldi.

Gnocchi gamberi e pomodorini

 

You may also like

Leave a Comment