Home Casa e Giardino Come imbiancare casa

Come imbiancare casa

10 Maggio 2018
Come imbiancare casa

Non si sceglie di ridipingere le pareti di casa solo perché ci preme dare un’igienizzata che dopo qualche anno è quasi obbligatoria…possiamo semplicemente esserci annoiati nel guardare sempre le solite tinte, e desiderar vedere il nostro appartamento con nuovi occhi!

 

E’ indubbiamente un lavoro che vi costerà un po’ di impegno e anche un po’ di disordine per alcuni giorni, ma una volta che il cantiere sarà chiuso le soddisfazioni saranno grandi.

Possiamo delegare il tutto ad un professionista, facendo i dovuti preventivi prima di affidargli il compito, oppure se abbiamo dimestichezza con pennelli e decorazioni e ci sentiamo armati di buona volontà, possiamo optare per il fai da te.

Come imbiancare casa

Ecco c’è da precisare che non proprio tutte le tecniche sono davvero riproducibili col fai da te, perché ad onor del vero, per quanto bravi potremo mai essere, alcune tipologie di applicazioni e rifiniture necessitano della mano di veri e propri maestri che hanno appreso e tramandato l’arte sin dall’antichità.

 

Rinnovare gli ambienti in cui viviamo e conferir loro maggiore carattere si può, soprattutto oggi che in commercio troviamo un’enorme varietà di prodotti adatti ad ogni uso ed esigenza…ricordiamoci in proposito di assicurarci di acquistare materiale di buona qualità se non vogliamo ritrovarci a fare il lavoro due volte!

Come imbiancare casa

Prima di iniziare, se non c’è un addetto ai lavori che lo fa per noi, sarà bene ricoprire la mobilia e sgomberare ciò che può risultare d’intralcio; sugli zoccolini delle pavimentazioni così come sui  copri-fili delle porte, andrà applicato meticolosamente dello scotch preferibilmente di carta, in modo da non far fatica a rimuovere qui e là macchie di pittura una volta terminato.

 

Inoltre, altro punto da non trascurare, occupiamoci di stuccare eventuali crepe o buchi e laddove ci siano zone di pittura esistente già scrostata, faremo bene ad eseguire prima un buon lavoro di carteggiatura. Qualora ci fosse muffa e umidità, procuriamoci un prodotto compatibile su cui una volta asciutto, applicare il nostro colore desiderato.

 

 Da qualche anno ormai le abitazioni non vengono più solamente imbiancate, ma si cerca sempre più di far trasparire anche dalle colorazioni delle pareti la personalità dei padroni di casa.

Andiamo ad analizzare le tecniche di pittura più diffuse per fraci un’idea più chiara

 

  • PITTURA A RULLO O A PENNELLO

 E’ la variante più classica e semplice da eseguire.

E’ la più economica se la affidiamo ad un imbianchino, ed è anche una delle più facili se scegliamo di fare noi il lavoro.

Attraverso l’utilizzo del rullo o del pennello appunto, si andrà ad applicare lo strato di colore necessario affinché si ottenga il grado di copertura desiderata.

 

  • PITTURA A SPRUZZO

 E’ ideale per dipingere grandi superfici, soprattutto se si punta all’uniformità del colore.

Fate attenzione perché le particelle di vernice tenderanno a liberarsi ovunque!

 

  • SPUGNATURA

 Davvero semplice anche questa tecnica, e persino molto divertente.

In base alla forma della spugna che sceglierete applicherete il vostro nuovo colore; a seconda della pressione applicata sulla parete l’effetto sarà più marcato o più soft, dunque se preferite un risultato omogeneo cercate di utilizzare lo stesso tocco.

Potrete spugnare su fondo bianco usufruendo della base di tinteggiatura che già avete, oppure potete creare un effetto  bi-tono, così da avere una tonalità più scura sul fondo e una spugnatura più chiara che risalta, e anche viceversa se vi piace.

Anche l’effetto straccio può rientrare a far parte di questa categoria di tecniche: imbevendo un semplice cencio appallottolato, potrete poi picchiettare sulla parete per ottenere svariati effetti.

 

  • VELATURA

 Una modalità innovativa per dipingere, con la quale si va ad applicare un velo di colore su una base che è già asciutta (generalmente la velatura è la seconda mano più scura di vernice).

Si possono usare vari strumenti per stendere il velo, ottenendo così risultati diversi: pennello, pennellessa o tessuti sono tutti ben accetti.

 

  • STUCCO VENEZIANO

 Antico e complesso, estremamente elegante e sofisticato, lo stucco veneziano prevede il lavoro di mani esperte: attraverso la spatola vengono applicati ben sei strati di stucco, sino a rendere la superficie perfettamente liscia e lucida.

Ad oggi, alcune nuove pitture permettono di effettuare uno spatolato, che richiama lo stile dello stucco veneziano e lo imita con discreti e soddisfacenti risultati, ma prevede l’applicazione di un solo strato.

Come imbiancare casa

Oltre alla scelta della tecnica, individuare il colore da assegnare a ciascuna stanza è fondamentale.

 

Teniamo sempre conto, per fare la scelta giusta, che l’obiettivo è rinnovare gli ambienti sì, ma ancor di più valorizzarli.

 

  1. La luminosità è prioritaria nei locali come cucina o soggiorno, in cui trascorriamo la maggior parte della nostra giornata, quindi colori chiari o neutri andranno benissimo.
  2. Ci permettono tinte più fredde e scure le stanze delle ore notturne, o locali studio in cui ci si reca per il relax e la concentrazione.
  3.  Riflettiamo sulle tonalità anche per conferire maggiore ampiezza a zone piccole e anguste.

 

 

UN OCCHIO ALLE TENDENZE DEL MOMENTO, PER DARE QUEL TOCCO IN PIU’…

 Come imbiancare casa

  • Il graffiato, un approccio moderno per avere come risultato finale uno stile vintage coi fiocchi!

Si ottiene graffiando e rigando con una spatola dentata il colore applicato, creando righe orizzontali o verticali…se si è abili, l’effetto è originale e molto gradevole.

  • I colori pastello, a cui non si può rinunciare se si vuol dare un tocco cromatico: si adattano ottimamente ad arredamenti rustici, magari con travi a vista, o persino molto moderni.
  • Il blu o lavanda per la zona notte: colori freddi e un po’ azzardati…ma una volta sulla parete vi risulteranno rilassanti e di grande carattere!
  • Le pareti a righe in stile shabby chic: chi ama questo genere sa di cosa stiamo parlando!

Pensate alla vecchia carta da parati e ne verrete ispirati. Sono bellissime a tutta altezza o solo sino a metà parete. Una volta terminate, potrete addirittura rifinire le vostre strisce con cere per shabby che solitamente si applicano sui mobili!

 

Abbiamo cercato di darvi i consigli migliori…ora pennello alla mano, il lavoro è tutto vostro!

You may also like

Leave a Comment