Home Risposte Semplici Come fare lo SPID: una guida passo passo

Come fare lo SPID: una guida passo passo

26 Settembre 2019
Come fare lo SPID: una guida passo passo

SPID è un acronimo che abbiamo sicuramente avuto modo di sentir nominare svariate volte nel corso degli ultimi mesi.

Si tratta di un progetto approvato nel 2015 che dovrebbe diventare obbligatorio nel futuro prossimo, andando a sostituire molti altri servizi come ad esempio il PIN Fisconline dell’Agenzia delle entrate.

In questa guida vediamo come fare lo SPID, cos’è e quali sono i requisiti necessari per inoltrare la richiesta.

 

Cos’è lo SPID

L’acronimo SPID sta per Sistema Pubblico di Identità Digitale: si tratta di un sistema di identificazione unico che consente di utilizzare diversi servizi online che vanno dalla pubblica amministrazione fino all’utilità generale, come per esempio accedere alle reti WiFi della propria città.

Con un unico username ed una sola password possiamo quindi iscrivere nostro figlio a scuola, loggarci all’interno del sito dell’INPS, inoltrare la nostra dichiarazione dei redditi ed addirittura richiedere il reddito di cittadinanza.

La procedura per ottenere queste credenziali è semplice e può essere fatta direttamente da casa in circa 20 minuti, affidandosi ad uno dei vari Identity provider. Questi non sono altro che i nomi delle istituzioni ed aziende riconosciute ed abilitate ad erogare il servizio SPID: vedremo la lista completa nella sezione qui sotto.

Lo SPID prevede 3 diversi livelli di sicurezza che variano in base alla tipologia di servizio a cui ci si sta collegando.

  • Credenziali SPID di livello I che consentono l’accesso semplicemente utilizzando username e password. Sono utilizzate per i servizi che non richiedono una sicurezza eccessiva ed in cui non sono coinvolti dati sensibili, come ad esempio le connessioni alle reti WiFi
  • Credenziali SPID di livello II, le quali oltre allo username ed alla password richiedono un codice di sicurezza temporaneo che viene inviato sul proprio telefono cellulare. E’ un livello extra di sicurezza utilizzato per servizi contenenti dati più sensibili, come ad esempio l’accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate
  • Credenziali SPID di livello III, che prevedono un ulteriore livello di sicurezza e sfruttano dispositivi fisici che vengono erogati direttamente dal gestore dell’identità. Un po’ come accade per le chiavette che le banche sono solite fornire per compiere operazioni online – e che ora stanno cadendo in disuso.

 

Questa decisione è stata presa per preservare la sicurezza degli utilizzatori in modo da garantire la privatezza delle informazioni personali e dei dati sensibili.

Come richiedere lo SPID

Prima di avviare una richiesta per ottenere le proprie credenziali SPID è necessario appurarsi di avere tutti i requisiti necessari.

Prima di tutto bisogna essere maggiorenni: solo una volta compiuti i 18 anni è infatti possibile fare domanda. La residenza in Italia non è un requisito ed anche i cittadini Italiani residenti all’estero possono inoltrare la richiesta.

Ecco una lista di ciò di cui avrete bisogno:

  • Un documento di riconoscimento Italiano – carta d’identità, passaporto o permesso di soggiorno per chi non ha nazionalità Italiana
  • Tessera sanitaria con Codice Fiscale
  • Un indirizzo email
  • Un numero di telefono cellulare – che verrà utilizzato in concomitanza alle credenziali per i livelli di sicurezza II e III

 

E’ bene anche avere a disposizione uno scanner o un telefono con una buona fotocamera, in quanto le richieste delle credenziali SPID presentate online prevedono l’invio telematico di una copia dei documenti d’identità insieme ai moduli necessari compilati e firmati.

Essenziale è anche una webcam che permette l’identificazione del richiedente senza il bisogno di presentarsi in una delle sedi autorizzate. Poste Italiane offre anche la possibilità di essere identificati a domicilio da un postino che si reca direttamente a casa del richiedente.

In alternativa alle soluzioni presentate qui sopra è possibile recarsi di persona in uno degli uffici abilitati per consegnare i moduli, le copie dei documenti ed essere identificati in loco.

E’ bene tenere presente che la procedura di identificazione può essere gratuita o a pagamento a seconda dell’Identity Provider scelto. Il costo può andare dai 20 fino ai 30€ circa.

Generalmente i processi di identificazione svolti online sono gratuiti, mentre quelli in sede incorrono nel pagamento del servizio.

 

Gli Identity Provider abilitati

La nostra guida su come fare lo SPID non sarebbe di certo completa senza una lista completa degli Identity Provider abilitati all’erogazione delle credenziali.

Eccoli dunque uno per uno:

  • Poste Italiane
  • Time
  • Aruba
  • Infocert
  • Intesa
  • Namirial
  • Register
  • Sielte

Le procedure per le registrazioni sono pressochè identiche indipendentemente dal provider che viene scelto.

 

Altre informazioni utili

Per avere una lista completa dei servizi abilitati SPID è possibile recarsi direttamente sul sito ufficiale dove viene mostrato l’elenco completo diviso per categoria.

Potete consultarlo recandovi a questo indirizzo.

Nel caso in cui si volessero avere invece maggiori informazioni o si avessero problemi nella procedura di richiesta delle credenziali SPID, è disponibile un call center dedicato raggiungibile dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 16.00 raggiungibile al numero 06 82888736.

In questo caso il costo della chiamata varia in base al vostro operatore telefonico di appartenenza, trattandosi di un numero fisso e non un numero verde.

 

You may also like

Leave a Comment