Home Cura del corpo e Moda Come fare il bagnetto al neonato

Come fare il bagnetto al neonato

7 Giugno 2018
Come fare il bagnetto al neonato

Ecco tornati a casa dopo qualche giorno arriva il momento del primo bagnetto quando ha perso il cordone ombelicale. Sono degli esserini così piccoli e fragili che le neo mamme sono spaventate e la paura di farlo cadere, che sbatta la testa e tanto altro sono tantissime.

E’ tutto normale, le preoccupazioni e le paure fanno parte dell’essere mamma una volta passate le prime volte tutto diventa normalissimo e si fa in un batter d’occhio. L’importante è essere organizzati e avere tutto a portata di mano per fare il bagnetto.

Vediamo come fare il bagnetto al neonato.

Quando fare il primo bagnetto

Il primo bagnetto completo nella vaschetta va fatto quanto il moncone del cordone ombelicale è caduto. Non esiste poi un orario preciso in cui farlo anche se viene consigliato come momento ideale quello prima dell’ultima poppata cosìcché possa rilassarsi e addormentarsi più in fretta e tranquillamente, in alcuni casi il bagnetto è anche un’ottima soluzione per calmare il pianto del neonato.

Infine è importante che i genitori si prendano tutto il tempo necessario per godersi questo momento col piccolo e si possano prendere cura di tutte le esigenze che prevede.

Il momento del bagnetto ricopre grande importanza non solo per l’igiene del neonato, ma anche per il rapporto bambino/genitori. E’ un’occasione di contatto in cui entrambi i genitori possono creare un contatto col piccolo e interagire con lui/lei.

Come fare il bagnetto al neonato

Il bagnetto come abbiamo detto deve esser un momento di relax e quando ci si appresta a farlo è necessario avere a portata di mano tutto l’occorrente. Lavare il neonato è molto semplice e per evitare ansia e agitazione la regola fondamentale è preparare tutto nei minimi particolari e non essere impreparati né tantomeno rischiare di dover lasciare il bimbo solo nell’acqua o sul fasciatoio perché manca qualcosa. Quindi attenzione alla preparazione!

Cosa preparare  

Vaschetta apposita per il bagnetto posta in un punto stabile dove non rischia di rovesciarsi, per questo è ideale utilizzare quella compresa solitamente nel fasciatoio. Scegliere anche un luogo dove fare il bagnetto che sia abbastanza caldo e non sia esposto a correnti d’aria.

Vaschetta bagnetto

Occorrente

  • termometro per misurare la temperatura dell’acqua;
  • bagnoschiuma per neonati;
  • accappatoio;
  • pettinino;
  • forbicine con la punta arrotondata;
  • soluzione fisiologica;
  • pannolino;
  • crema;
  • body;
  • tutina;
  • calzini.

La preparazione del bagnetto, come abbiamo visto, parte dalla preparazione di tutto l’occorrente, nel frattempo riempire la vaschetta con l’acqua e col termometro fare attenzione alla temperatura della stessa, ideale intorno ai 37°C.

Una volta pronto tutto e l’acqua raggiunta la temperatura ideale, spogliare con delicatezza il bambino e parlagli spiegandogli cosa ci si appresta a fare, se ha fatto la cacca pulirlo con una salvietta prima di immergerlo nell’acqua.

Immergerlo dolcemente e gradualmente nell’acqua lasciando la testa fuori, sostenendolo sotto la nuca e utilizzando l’altra mano per insaponarlo. Fare tutto stando calme e parlando tranquillamente, il piccolo percepirà lo stato d’animo e sarà tranquillo.

All’inizio bastano cinque minuti per lavarlo e sciacquarlo, man mano che cresce si potranno allungare i tempi del bagnetto, ma per ora qualche minuto è più che sufficiente. In pochi sopportano che gli si lavi la testa e che gli scenda l’acqua sul viso, pertanto potrebbe piangere, per questo è importante che il momento del bagnetto diventi un momento di routine a cui il piccolo si abituerà piano piano.

Fare sempre molta attenzione al lavaggio della testa, in quanto la fontanella è ancora aperta.

Dopo averlo risciacquato, avvolgerlo nell’accappatoio o nell’asciugamano morbido che si era preventivamente preparato, poggiarlo sul fasciatoio e asciugarlo tamponando delicatamente il corpo. Mentre si eseguono questi passaggi, parlare sempre col piccolo con voce calma e delicata.

Con la garza imbevuta di acqua fisiologica tamponare occhietti, naso e orecchie. Pettinare con delicatezza i capelli, a volte non è necessario se nati con pochi capelli.

Asciugare sempre bene le pieghe del corpo (gomiti, collo, cosce..) per evitare che restino umide e possano arrossire creando screpolature e/o irritazioni. Mettere la crema all’ossido di zinco sulle parti intime e mettere il pannolino.

Vestire poi col body e gli altri capi di abbigliamento preparati.

Le unghiette vanno tagliate con la forbicina solo se sono lunghe, di solito i primi tempi non è necessario perché si sfaldano da sole.

Terminata la pulizia il bimbo potrebbe avere fame pertanto allattarlo al seno o dare il biberon e si addormenterà in tutta serenità.

Buon bagnetto a tutti!

 

You may also like

Leave a Comment