Home Risposte Semplici 5 tagli di barba evergreen

5 tagli di barba evergreen

3 Ottobre 2019
5 tagli di barba evergreen

La barba, dopo un lungo periodo di appannamento, è tornata ad essere di moda. Simbolo di virilità, essa è riapparsa sui volti di molti ragazzi e uomini nel corso degli ultimi anni. Così, al giorno d’oggi, è sempre più frequente e vedere attori e uomini importanti sfoggiare una barba invidiabile.

Quando si parla di tagli di barba e forme però, vanno fatte alcune premesse. Innanzi tutto, vi sono barbe che si adattano particolarmente ad alcuni visi e altre a meno. Esistono infatti visi di forma più ovale e altri più squadrati.

Un’altra caratteristica da tenere in grande considerazione è il fatto che, più la barba è lunga e più è difficile mantenerla in ordine e pulita. Chi non ha particolare tempo o pazienza dunque, deve per forza affidarsi a tagli più semplici e pratici.

 

5 tagli di barba evergreen: quando si va oltre alla moda

In questo articolo analizzeremo quali sono i tipi di barba evergreen, tipologie di taglio che, a dispetto della moda, risultano sempre e comunque in voga.

Abbiamo deciso di presentare 5 tagli tra i più rappresentativi, anche se effettivamente esistono tanti altri stili di barba che, per varie ragioni, hanno superato le barriere della moda.

Pizzo e pizzetto

Pizzo e pizzetto sono due varianti molto simili tra loro, che si differenziano principalmente per l’ampiezza. In questo caso, la peluria va fatta crescere sul mento con lunghezza che varia a seconda dei propri gusti.

Inutile dire che si tratta di uno delle tipologie di barba più diffuse in assoluto (e non solo negli ultimi anni). Nel caso del pizzetto, questo è ideale anche per chi ha un mento particolarmente schiacciato, in quanto consente di allungarlo visivamente. In ogni caso, si tratta di tagli adatti praticamente a tutti.

Van Dycke

Una variante del pizzetto ugualmente diffusa e la barba alla Van Dyck. Si tratta di una tipologia di barba piuttosto diffusa e apprezzata, che consiste in un pizzo (teoricamente appuntito), accompagnato da dei baffi.

Perché questo taglio di barba sia fatto a regola d’arte, pizzo e baffi non devono essere direttamente collegati dalla peluria. Si tratta di una delle tipologie di barba più apprezzate, anche dalle star e da personaggi famosi. Una piccola curiosità, questo tipo di barba deve il proprio nome ad Antonhy Van Dyck, un celebre pittore fiammingo vissuto durante il XVII secolo.

Barba alla Balbo

Anche nel caso della barba alla Balbo il nome della stessa è legata a un personaggio storico. Questa volta però, si tratta dell’aviatore e politico italiano Italo Balbo. Al giorno d’oggi, si tratta di un taglio piuttosto apprezzato, soprattutto dalle star di Hollywood (Non per niente è diventata un segno distintivo del grande attore Robert Downey Jr.).

Questo tipo di barba va mantenuta nel sottogola e non va unita alle basette. I baffi vanno fatti crescere lungo il labbro, mentre la parte inferiore della barba si dovrebbe unire a un classico pizzo. Si tratta di una barba già discretamente impegnativa, in quanto per essere costantemente rifinita, richiede estrema manualità o diverse visite al barbiere di fiducia.

Barba aziendale

Un tipo di barba evergreen è senza alcun dubbio quella definita come “aziendale” o “corporate beard”. Si tratta di una tipologia piuttosto semplice da mantenere e, al contempo, alquanto elegante.

Per ottenerla è necessario farsi crescere la barba su tutto il viso a una lunghezza media. Naturalmente, trattandosi di una barba non cortissima, richiede una certa cura (ma nulla di particolarmente lungo o fastidioso). Con il suo effetto “coprente”, la corporate beard risulta adatta a qualunque tipo di viso e, anche per questo, risulta una delle più comuni.

Stubble, barba di tre giorni o barba rada

A prescindere dal nome utilizzato, la barba rada è una delle tipologie più diffusa, anche perché è decisamente semplice da ottenere e da mantenere. Si tratta di una barba fatta crescere ma non troppo, facendo in modo che una peluria appena accennata ricopra il viso.

In realtà esistono diverse gradazioni di lunghezza a seconda delle quali il taglio assume un nome diverso. Quella detta “ombra delle 5 del mattino”, per esempio, è proprio appena accennata. A seconda della lunghezza, essa conferisce un aspetto da duro, considerata molto sexy dalle donne. Certo è che bisogna fare attenzione affinché l’effetto ottenuto non dia un’idea trasandata. Anche in questo caso, si tratta di una barba piuttosto apprezzata dalle star hollywoodiane: ne è un chiaro esempio Ben Affleck.

Gli altri tipi di barbe

Qui sopra abbiamo elencato i tipi di barba evergreen più in uso al momento, ma non mancano sicuramente alternative più che valide. Tra le tante possiamo ricordare la diffusissima barba circolare o le meno diffuse ma piuttosto accattivanti Mutton Chops o Winnifield (ispirata all’omonimo personaggio di Pulp Fiction). Anche la barba da hipster sta spopolando in questi ultimi anni, rappresentando forse più degli altri tagli quello maggiormente legato a questa moda dilagante.

You may also like

Leave a Comment